Google e indicizzazione: come segnalare il tuo sito web

indicizzazione google

Segnalare un sito web a Google per curare la sua indicizzazione, cioè che le sue pagine siano presenti nei risultati di ricerca, al giorno d’oggi non è più un’attività strettamente necessaria, dato il livello evolutivo raggiunto da questo come dalla maggior parte dei motori di ricerca attuali.

Anni fa, dopo averlo creato, per indicizzare un sito e far sì che fosse presente nei risultati di Google e degli altri principali motori di ricerca, vi era necessità di indicare l’url del dominio corrispondente utilizzando uno strumento adeguato solitamente fornito dallo stesso motore. Oggi questa necessità di una notifica diretta non esiste più, in quanto i nuovi contenuti vengono rilevati ugualmente dagli spider e le pagine inserite nei risultati di ricerca.

Ovviamente, chi si occupa di SEO sa che prendersi cura di una perfetta e più rapida indicizzazione di Google di un sito web sia una delle attività più importanti. Per cui questo aspetto viene tutt’altro che trascurato durante una normale attività di ottimizzazione.

Indicizzazione vs Posizionamento: una differenza sostanziale

Uno degli errori che notoriamente si fa in questo ambito e confondere l’indicizzazione con il posizionamento; in verità, si tratta di due attività ben distinte.

Indicizzazione

L’indicizzazione assicura che tutte le pagine del sito web che vogliamo rendere pubbliche, e su cui quindi vogliamo attirare visitatori, siano presenti nei risultati di ricerca e quindi nell’indice del motore di ricerca. Ovviamente l’indicizzazione può avvenire in tempi e modi diversi, per cui è compito di un bravo SEO far sì che vengano indicizzate le pagine corrette, che i dati visualizzati negli snippet di ricerca siano quelli voluti e che l’indicizzazione avvenga nel più breve tempo possibile.

Posizionamento

Il posizionamento invece è riferito appunto alla posizione di una pagina web nei risultati di ricerca per una determinata ricerca dell’utente, ed è solitamente l’attività più richiesta ad un consulente SEO per aumentare la visibilità del sito e far sì che arrivi traffico dai motori di ricerca su parole chiave più o meno ricercate dagli utenti. Migliorare il posizionamento su Google è sicuramente un’attività molto più impegnativa della precedente e richiede più risorse di denaro e di tempo per portare risultati. Ma una volta ottenuti, i benefici sono notevoli.

Quanto costa indicizzare un sito web?

I motori di ricerca non addebitano alcun costo per includere pagine web nei loro risultati di ricerca. Nei loro risultati sono presenti pagine web di qualsiasi sito web che non siano in contrasto con le linee guida, quindi quei siti che si dedicano a pratiche manipolative dei risultati e non etiche.
L’unico motivo per pagare un motore di ricerca è quello di apparire nella sezione dei risultati di ricerca a pagamento (pay per click), ad esempio su Google quelli attualmente indicati dalla scritta “Ann.” su sfondo verde.

Quanto tempo occorre poichè un sito appaia su Google?

Se un sito è online ed accessibile al pubblico da più di una settimana, allora è molto probabile che sia già presente su Google. Questo a patto che i bot dei motori di ricerca possano accedervi tranquillamente e non siano stati bloccati dallo sviluppatore (ad esempio tramite il file robots.txt).

Se il vostro sito web nuovo di zecca non si presenta nei risultati di ricerca per una parole chiave per cui vi aspettate di essere visualizzati, tranquilli, questo è assolutamente normale. Questo non ha nulla a che fare con il segnalare un sito web ad un motore di ricerca.

Non è possibile dire ad un motore di ricerca che si desidera essere posizionati per una determinata parola chiave, ma un buon SEO Specialist può aiutarvi a far sì che questo avvenga, in un lasso di tempo legato alla concorrenza sulla parola chiave in questione e al budget a disposizione.

Condizione base per far sì che questo avvenga sono una perfetta ottimizzazione on-site, preludio ad una attività off-site che viene effettuata dal consulente SEO stesso.

Il posizionamento di un sito web per una determinata parola chiave dipende dagli algoritmi dei motori di ricerca, i quali valutano e classificano il sito internet basandosi su molti fattori (più di 200 nel caso di Google) e rilevandone qualità dei contenuti, rilevanza e autorità.

Quali strumenti utilizzare per aiutare l’indicizzazione di un sito web?

Anche se non viene fatto nulla, il sito sarà verrà ugualmente incluso all’interno di Google. Ma se si vuole accelerare il processo, o si scopre che dopo una settimana il sito ancora non è presente, vi sono alcuni strumenti che si possono utilizzare.

Google Search Console

Google Search Console è lo strumento con cui i webmaster si interfacciano con il più importante motore di ricerca. Tramite questo è possibile anche ricevere segnalazioni di eventuali problemi e consigli per migliorare la presenza su Google del proprio sito web.
Una delle attività primarie dopo la creazione di un sito web dovrebbe essere la creazione dell’ account su questa piattaforma, la quale appunto permette anche di poter abbreviare la fase di indicizzazione del sito web tramite una segnalazione diretta.

Su Search Console è sufficiente registrare un account, collegare il sito web allo strumento tramite uno dei metodi suggeriti, quindi, quando la proprietà del sito è stata verificata, andare su Scansione -> Visualizza come Google e cliccare su Recupera, dopodichè, se tutto è andato a buon fine, cliccare su Invia all’indice.

Invio Sitemap

Un altro passo utile per favorire una corretta indicizzazione è inviare una sitemap aggiornata a Google, cioè una mappa delle pagine del vostro sito. E’ possibile creare una sitemap del proprio sito web utilizzando uno dei tantissimi sitemap generator presenti in rete, oppure utilizzando un plug-in apposito in caso il proprio sito sia stato creato con un CMS come WordPress o simili.

Questi strumenti generano automaticamente un file Sitemap del sito (solitamente in formato .xml) che va collocato nella root principale del sito web. Dopodichè, basta procedere all’invio tramite Search Console andando su Scansione->Sitemap->Aggiungi Sitemap, inserire l’url (solitamente www.iltuodominio.it/sitemap.xml) e cliccare su invia.

Aggiungi URL

In caso non si abbia tempo o possibilità di utilizzare la Search Console, è possibile utilizzare lo strumento aggiungi url fornito da Google. Basta scrivere l’url nel campo contrassegnato dopodiché cliccare sul pulsante Aggiungi URL per inviare la segnalazione a Google di includere il sito nel suo indice.

Backlinks

Può succedere che i tempi di indicizzazione permangano lunghi anche dopo la segnalazione, soprattutto quando il sito è ad esempio un e-commerce con migliaia di prodotti e moltissime pagine.
Un metodo particolarmente efficace per abbreviare i tempi di attesa è quello di ricorrere ai backlink, ovvero link provenienti da altri siti, in particolare se questi siti sono già presenti sui motori di ricerca, aggiornati e la cui presenza su di essi è consolidata. Un link che da questi siti punta verso il tuo sito garantirà che i motori di ricerca trovino il tuo sito in minor tempo. Un singolo backlink può essere anche sufficiente per piccoli siti, ma ovviamente meglio avere qualche backlinks in più quando si ha un sito con molte pagine da far indicizzare. La quantità e soprattutto la qualità di questi backlinks è anche uno dei fattori fondamentali per aiutare il posizionamento del sito web.

Come verifico se un sito web è stato indicizzato?

Per scoprire se il sito è già stato trovato dai motori di ricerca si può effettuare una ricerca su Google utilizzando l’URL della home page del sito web (quindi ad esempio scrivendo “www.iltuodominio.com”). Se il sito viene visualizzato nei risultati, allora è già stato trovato. Tuttavia, non tutte le pagine web del sito possono essere state già scansionate ed indicizzate dai motori di ricerca. Per una verifica, si può utilizzare l’operatore “site”, ad esempio digitando site:iltuodominio.com su Google, il quale provvederà a mostrare quali pagine web del sito sono state trovate e scansionate dal motore di ricerca.

Indicizzare un sito web in modo ottimale non è sempre un lavoro semplice, soprattutto quando bisogna curare l’indicizzazione di siti complessi come e-commerce o siti multilingua. Google non garantisce l’indicizzazione di un sito o di una pagina web, ma come scritto precedentemente è possibile compiere delle azioni per permettere ai crawlers di scoprire le pagine web più velocemente.

Se hai problemi a far indicizzare il tuo sito web, contattami per una consulenza.

Google e indicizzazione: come segnalare il tuo sito web
4.5 (90%) 2 votes

TORNA SU